Il linguaggio del bambino. Come il bambino impara ad usare il linguaggio (J.S. Bruner, 1987) - Logopedia.com

Il linguaggio del bambino. Come il bambino impara ad usare il linguaggio (J.S. Bruner, 1987)

Il linguaggio del bambino. Come il bambino impara ad usare il linguaggio (J.S. Bruner, 1987)

LFAR1177

In questo denso e stimolante libro Bruner aggiunge un capitolo alla sua Autobiografia, rievocando il suo itinerario dal mondo della psicologia cognitiva ed evolutiva in generale al mondo della psicolinguistica genetica. E' proprio questo itinerario scientifico che spiega la impostazione di base di questo saggio: il passaggio, cioè, da una antica e superata metodologia euristica alla ricognizione e considerazione della maturazione linguistica come accesso alle dinamiche della comunicazione.

Dettagli

Jerome S. Bruner in questo denso e stimolante libro aggiunge un capitolo alla sua Autobiografia, rievocando il suo itinerario dal mondo della psicologia cognitiva ed evolutiva in generale al mondo della psicolinguistica genetica.
E' proprio questo itinerario scientifico che spiega la impostazione di base di questo saggio: il passaggio, cioè, da una antica e superata metodologia euristica fondata sullo studio di pochi casi e incentrata sulla descrizione e quantificazione del vocabolario infantile e poi su un approccio nettamente grammaticalistico (sviluppo della sintassi nella prima età), alla ricognizione e considerazione della maturazione linguistica come accesso alle dinamiche della comunicazione. Una visione, dunque, più realistica del linguaggio come forma di comportamento funzionale alle situazioni, in un'ottica chiaramente "pragmatica" (come viene definita dalla semiotica moderna).

Come, dunque, impara a parlare il bambino? Imparando a interagire con le persone che lo circondano e a costruire le espressioni verbali appropriate alle situazioni e, al medesimo tempo, allineate con le regole strutturali del sistema linguistico assorbito dall'ambiente di vita.

Questi meccanismi apparentemente semplici nascondono operazioni complicate, organizzate sistematicamente, obbedienti a regole precise. In una parola, il piccolo parlante "gioca" (nel senso dei "giochi linguistici" di Wittgenstein) e "negozia" (contratta, cioè, il senso degli enunciati ascoltati o prodotti).

Bruner chiarisce tali dinamismi psicolinguistici in pochi, ma sostanziosi capitoli, ricavati da saggi maturati in lunghi anni di riflessione e sperimentazione.

Il libro, leggibilissimo anche ai non iniziati, ma utilissimo a psicologi, educatori, clinici, genitori, può sostituire la lettura della vasta letteratura odierna sull'argomento, in quanto ne riassume e ne utilizza i dati e le nozioni più saldamente acquisiti.

  • Anno di pubblicazione 1987
  • Autore Jerome S. Bruner

Newsletter

Iscriviti alla newsletter!

Ricevi tutte le nostre comunicazioni direttamente sulla tua casella di posta.